Coffee Break

Coffee Break:
  • Settimana

La scorsa settimana in sintesi

  • Ad agosto, l’indice dei prezzi al consumo USA è cresciuto dello 0,1% a causa dell’aumento dei canoni di locazione e dei prezzi dei servizi sanitari e nonostante la migliore fluidità delle catene di approvvigionamento globali, che avevano contribuito a un'impennata dei prezzi all'inizio dell'anno. L'inflazione alta continua a preoccupare famiglie, banche centrali e investitori.
  • Negli Stati Uniti, l’outlook aziendale di Philadelphia Fed per settembre è sceso a -9,9 (rispetto al 2,3 previsto). Tuttavia, il sondaggio sulla produzione del New York Empire State di settembre è salito a -1,5 (rispetto al -12,9 previsto), in ripresa dopo il peggior mese dall’inizio della pandemia di COVID-19.
  • In Cina, i dati sono risultati essere complessivamente superiori alle aspettative, per esempio le vendite al dettaglio e la produzione industriale, mostrando una ripresa della crescita ad agosto rispetto al mese precedente. Tuttavia, il mercato immobiliare reale ha continuato a soffrire.
  • In occasione del vertice dell'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai nella città uzbeka di Samarcanda, il presidente russo Putin ha detto al presidente cinese Xi Jinping che la Russia “comprende le vostre domande e le vostre preoccupazioni” in merito all'Ucraina.

 

Dati ed eventi di questa settimana

  • Le banche centrali saranno al centro dell'attenzione. Negli Stati Uniti, il FOMC deciderà un'ulteriore stretta della politica monetaria. Si prevede un altro aumento di 75 pb del tasso sui fondi. Inoltre, la pubblicazione della Sintesi trimestrale delle proiezioni economiche farà luce sul percorso futuro della propria politica.
  • La Banca d'Inghilterra e la Banca del Giappone prenderanno entrambe una decisione sui tassi d'interesse. La Banca centrale britannica e il nuovo cancelliere dello scacchiere britannico, Kwasi Kwarteng, metteranno alla prova la capacità di lavorare insieme. La prima mira a una stretta monetaria, mentre il secondo punta a effettuare tagli fiscali.
  • Gli indici PMI flash relativi a Stati Uniti, Regno Unito, Germania ed eurozona, tra gli altri, faranno luce sulla solidità dello slancio dell'economia globale, in un momento in cui le principali banche centrali continuano a impegnarsi per un ulteriore inasprimento delle condizioni monetarie, mentre l'aumento dei costi energetici in Europa richiederà un sostegno fiscale.
  • In Italia le elezioni politiche costituiranno una pietra miliare per la riorganizzazione politica del paese. Giorgia Meloni, candidato di estrema destra, è favorita per succedere a Mario Draghi alla carica di presidente del consiglio.

 

Convinzioni di investimento

Scenario di base

  • La nostra esposizione conserva un approccio globale ampiamente bilanciato prima di posizionarsi per la prossima fase del ciclo, a prescindere che si tratti di un atterraggio duro o morbido. Manteniamo una posizione di sottopeso sui titoli azionari UEM, data la particolare vulnerabilità della regione per via dei prezzi dell’energia, dell'inflazione elevata, della posizione aggressiva della BCE e di un rallentamento marcato dell'attività economica.
  • Sebbene il contesto appaia ancora limitato dal deterioramento dei fondamentali, gli operatori attendono gli annunci delle banche centrali, che a loro volta aumentano sempre più la dipendenza dai dati.
  • A fronte di un'inflazione multidecennale elevata, la Fed prosegue il ciclo di rialzi insieme a una stretta quantitativa, ossia una riduzione del bilancio. Il nostro scenario ottimale prevede che la Fed riesca a portare a termine l'atterraggio dell'economia. Di conseguenza, ci aspettiamo che l'aumento dei rendimenti del decennale statunitense si affievolisca.
  • L'inflazione ha raggiunto livelli massimi anche nell'eurozona e sta colpendo in maniera indiscriminata aziende, consumatori e responsabili delle politiche della BCE. La BCE ha avviato a luglio il suo ciclo di ciclo di inasprimento monetario con un primo aumento di 50 pb, seguito da altri 75 pb a settembre. Inoltre, ha presentato il nuovo ("illimitato") "strumento di protezione del meccanismo di trasmissione" (TPI).
  • I rischi che avevamo precedentemente intravisto stanno cominciando a concretizzarsi e fanno ormai parte dello scenario.

 

Rischi

  • I rischi al rialzo includono il fatto che le azioni delle banche centrali sono pressoché orientate per la massima aggressività negli Stati Uniti e per un sentiment e un posizionamento debole in Europa. L'impatto negativo della crisi energetica potrebbe essere mitigato dagli aiuti fiscali sempre più consistenti introdotti dai paesi.
  • I rischi di ribasso sarebbero costituiti da un errore di politica monetaria dovuto a una stretta eccessiva o un netto rischio di recessione per via una crisi energetica più profonda in Europa. Nel frattempo, i timori degli investitori si stanno continuamente spostando dall'inflazione alla crescita.
  • La guerra in Ucraina sta spingendo verso l'alto i prezzi del gas. Pertanto, il piano di emergenza "Save gas for a safe winter" (Risparmiare gas per un inverno sicuro), attualmente in fase di realizzazione, mira a contenere i consumi e a trovare fonti di approvvigionamento alternative.
  • Permane la minaccia del COVID-19 e delle sue varianti, a fronte della continua evoluzione e della diffusione del virus a velocità variabili in tutto il mondo.

 

Recenti modifiche nella strategia dell'asset allocation

La nostra strategia multi-asset è posizionata per fronteggiare il rallentamento dell'economia in corso, associato a diversi rischi di rialzo o ribasso. Pertanto, la nostra esposizione conserva un approccio globale ampiamente bilanciato. Mentre ci prepariamo per la prossima fase del ciclo, manteniamo una sottoponderazione sull'azionario europeo per via del rapporto rischio/rendimento sfavorevole, continuiamo a usare i derivati e rimaniamo neutrali altrove. Deteniamo un'esposizione alle materie prime. Nel reddito fisso, la nostra strategia prevede una duration neutrale e rimane diversificata. Di recente, abbiamo ridotto la nostra esposizione alle azioni a margine e spostato parte della nostra esposizione alla duration USA verso l'estremità lunga della curva.

Strategia cross-asset

  1. La nostra strategia multi-asset rimane più tattica del solito e può essere adattata rapidamente:
    • Sottoponderazione rispetto alle azioni dell'eurozona, con una strategia di derivati in essere. Preferiamo il settore dei beni di prima necessità, che dispone del potere di determinazione dei prezzi.
    • Posizionamento neutrale rispetto alle azioni del Regno Unito, che rappresentano un segmento resiliente, con un'esposizione globale
    • Posizionamento neutrale rispetto alle azioni statunitensi, con una strategia di derivati gestita attivamente
    • Posizionamento neutrale rispetto ai mercati emergenti, poiché la nostra valutazione indica un miglioramento, specialmente in Cina, sia sul fronte del COVID-19/lockdown che su quello degli stimoli nel secondo semestre.
    • Posizionamento neutrale rispetto alle azioni giapponesi, dato che una banca centrale accomodante e l'esposizione a settori ciclici agiscono come forze opposte in termini di attrattiva per gli investitori.
    • Con una certa esposizione alle materie prime, oro compreso.
    • Nell'universo del reddito fisso, riscontriamo revisioni al ribasso della crescita, aumenti nelle aspettative di inflazione e la decisa volontà delle banche centrali di operare una stretta e combattere l'inflazione. Manteniamo una duration neutrale, con una preferenza per quella statunitense lunga.
    • Continuiamo a diversificare e ottenere il carry attraverso il debito emergente.
  2. Per ciò che riguarda la nostra allocazione a tematiche e trend di lungo termine: Pur mantenendo un ampio spettro di convinzioni di lungo termine, favoriremo l'azione per il clima (correlata alla trasformazione energetica) e conserveremo sanità, tecnologia e innovazione.
  3. Per ciò che riguarda la nostra strategia valutaria, manteniamo una visione positiva sulle valute delle materie prime:
    • Conserviamo una posizione long sul CAD e abbiamo operato prese di profitto parziali su questa transazione.


our-positioning_IT.png

Ricerca rapida

Ottenere informazioni più velocemente con un solo clic

Ricevi approfondimenti direttamente nella tua casella di posta elettronica