Dal carbonio alla strategia: perché integrare il clima nei propri investimenti

Il cambiamento climatico assume un’importanza crescente per gli investitori istituzionali, a causa delle normative ma anche dei rischi che comporta. Ma quali sono le misure per misurare l’impronta climatica degli investimenti? Come si può integrare il tema della tutela del clima e della decarbonizzazione nei portafogli istituzionali? In che modo le caratteristiche e le performance di questi portafogli sono influenzate dalle considerazioni climatiche?

Mentre gli investitori sono incoraggiati a considerare il cambiamento climatico all’interno del proprio portafoglio, per soddisfare i requisiti normativi e mitigare i rischi legati al clima, rimangono alcune domande:

  • Come si può misurare l'impronta di carbonio del tuo portafoglio e l'impatto del cambiamento climatico sui tuoi investimenti?
  • Dall’Accordo di Parigi, quali norme disciplinano le politiche di investimento sostenibile degli investitori istituzionali?
  • In che modo le considerazioni climatiche possono influenzare le strategie di investimento?

In questo articolo proponiamo una risposta per gli assicuratori e i fondi pensione attraverso casi di studio e misurazioni dell’impatto finanziario e sostenibile.

;
Fabrice Sauzeau - Gert De Maeyer
Deputy Head of Pension and Insurance Relations and Development
Indicatori come l’impronta di carbonio non sono sufficienti per rispondere alla complessa questione dell’impatto e dei rischi del cambiamento climatico.

Voglio sapere di più ?

Scarica il nostro libro bianco.

Ultimi approfondimenti

  • Astrid Pierard, Alix Chosson, ESG, SRI, Research Paper, Azioni, Water

    Rischi idrici: Come costruire strategie di investimento orientate all’acqua?

    In un mondo alle prese con l'aumento dei problemi idrici, dare priorità all'acqua come impegno aziendale strategico non è mai stato così importante. Gli impatti operativi e finanziari dei rischi idrici hanno iniziato a materializzarsi. La nostra convinzione è che le aziende debbano considerare e gestire l'acqua come il rischio strategico e operativo a lungo termine che può rappresentare.
  • C'era una volta l'umanità che inventò i PFAS (sostanze polifluoroalchiliche).
    Bastien Dublanc, Astrid Pierard, Jessica Carlier, ESG, SRI, Azioni, Research Paper, Water

    PFAS: Il genio decaduto

    C'era una volta l'umanità che inventò i PFAS (sostanze polifluoroalchiliche). Questi prodotti chimici , sviluppati negli anni ’40, hanno qualità così potenti (idro e oleorepellenti, resistenti in ambienti ad alta temperatura o pressione) che sono ora utilizzati ovunque sia per applicazioni domestiche che industriali, dall’imballaggio alimentare all’aviazione.
  • Fabrice Sauzeau, ESG, SRI

    Sulla strada verso Solvency II…sostenibile

    Sebbene questi obiettivi siano del tutto lodevoli, esistono alcuni ostacoli metodologici. Gli obiettivi iniziali di Solvency II erano l’armonizzazione, la stabilità finanziaria e la tutela degli assicurati.
  • ESG, SRI, David Czupryna, Circular Economy

    Oltre i combustibili fossili: Perché gli investimenti verdi sono ancora il futuro

    Dopo un periodo difficile per gli investimenti verdi, caratterizzato da tassi di interesse in aumento, problemi della catena di approviggionamento e sovraccapacità, le aziende impegnate nella costruzione di un mondo sostenibile potrebbero rimanere un'opzione interessante a lungo termine per gli investitori che cercano sia rendimenti finanziari che un impatto positivo.
  • Benjamin Chekroun, Research Paper, ESG, SRI

    Gestione del capitale umano nelle piccole e medie imprese europee: Analisi dei dati

    Nonostante i vincoli sul capitale umano e finanziario, le piccole e medie imprese (SMID) condividono ambizioni commerciali simili con le loro controparti più grandi, cercando di competere per gli stessi talenti. Queste imprese hanno bisogno di giovani talenti per alimentare la loro crescita, ma una crescita così rapida può mettere a dura prova i dipendenti.

Ricerca rapida

Ottenere informazioni più velocemente con un solo clic

Ricevi approfondimenti direttamente nella tua casella di posta elettronica