Net Zero con i mercati emergenti: prima che scocchi la mezzanotte

Il Net Zero è un momento decisivo per l’economia globale e gli investitori possono aiutare i mercati emergenti a essere parte integrante della transizione energetica.

Cenerentola si era talmente divertita al ballo che aveva dovuto correre giù per le scale, per allontanarsi a bordo della sua carrozza, prima che quest’ultima si trasformasse in una zucca all'ultimo rintocco di mezzanotte. La fiaba scritta da Charles Perrault è stata trasposta in un balletto e in diverse opere liriche, amate da bambini ed adulti, come la Cendrillon di Jules Massenet, la cui prima si svolse nel 1899 a Parigi. Ma dubitiamo che l'umanità voglia farsi trovare in ritardo, come Cinderella, dai rintocchi della transizione energetica.

Mercati emergenti: leader globali nel finanziamento di asset per l'energia pulita di nuova generazione

Global new-build clean energy asset finance, by market typeKey clean technologies ramp up by 2023

Senza i mercati emergenti, sarà impossibile raggiungere gli obiettivi « Net Zero », di importanza vitale a livello globale. Pari ad oltre il 62% della popolazione mondiale e al 48% delle emissioni globali[1], i mercati emergenti dovranno costituire una delle principali priorità degli investitori a impatto sostenibile. L'entità della sfida è enorme: i mercati emergenti devono trovare altri 94.800 miliardi di dollari per la transizione al « net zero » entro il 2060[2]. Eppure, gli investitori internazionali sembrano tenersi sostanzialmente alla larga dal comparto, spaventati dai potenziali rischi geopolitici e dall'incertezza.

In che modo gli investitori responsabili possono sostenere la transizione energetica dei mercati emergenti senza comprometterne i principi?

Focus sulle opportunità legate al cambiamento climatico

Alcune società dei mercati emergenti saranno tra gli attori più importanti della transizione energetica, non solo nei propri mercati di origine, ma anche nel resto del mondo.

Nei dieci anni dal 2020 al 2030, ad esempio, la capacità di produzione globale di energia fotovoltaica (PV) e di energia eolica è destinata a quadruplicare. La maggior parte dei produttori di pannelli solari si trova in Asia. Nello stesso periodo, si prevede che le vendite di auto elettriche cresceranno di circa 18 volte. L’energia fotovoltaica è ora una delle opzioni energetiche più economiche a livello globale[3] e la Cina e il resto dell'Asia avranno un ruolo preponderante nell'espansione della generazione di energia solare fino al 2028. Solo un anno fa, alla fine del 2021, la Cina vantava 300 GWt di capacità solare installata[4] rispetto ai 160 GWt dell'Unione europea (UE)[5]. E poi, naturalmente, ci sono i veicoli elettrici.

Passare all’elettrico

Per quanto riguarda i veicoli elettrici, il previsto passaggio alla mobilità a emissioni zero nelle economie sviluppate non può essere realizzato senza i mercati emergenti. Ad esempio, l'UE ha deciso di recente che tutte le auto e i furgoni di nuova immatricolazione in Europa saranno a zero emissioni entro il 2035. Nella fase intermedia verso l'azzeramento, i nuovi standard di CO2 imporranno inoltre un calo medio delle emissioni rispettivamente del 55% per le auto nuove e del 50% per i nuovi furgoni, entro il 2030[6].

In un settore in cui la batteria rappresenta una quota notevole del prezzo di un'auto elettrica, l'Asia è destinata a diventare l'officina del mondo, aiutata dalla sua posizione globalmente dominante in tutta la supply chain.

Secondo Benchmark Minerals, la Cina disporrà di una capacità produttiva di 322 gigawatt ore (GWh) in Europa entro il 2031, con la Corea del Sud al secondo posto, con 192GWh, seguita da Francia e Svezia. Gli Stati Uniti saranno al quinto posto, grazie allo stabilimento Tesla di Berlino, seguiti da Germania e Norvegia. Il Regno Unito sarà ottavo con appena 20GWh[7].

Altri protagonisti dell’economia circolare…

I cosiddetti « greenabler » sono produttori di elementi costitutivi di un'economia globale più circolare e più efficiente dal punto di vista energetico. Fra loro, si contano i principali fornitori di rame e litio: metalli essenziali per la decarbonizzazione. Un altro esempio sono i produttori di semiconduttori, prodotti per la maggior parte in Asia, che svolgono un ruolo cruciale nella riduzione del consumo di elettricità e la cui domanda è in crescita.

Know-how

Per identificare opportunità di investimento specifiche, riteniamo che gli investitori debbano costruire un universo esaustivo di società dei mercati emergenti che svolgono un ruolo positivo nel fornire soluzioni climatiche. L'approccio di Candriam è quello di « raggruppare » queste aziende attorno a temi diversi, come i veicoli elettrici, le energie rinnovabili, i software, il riciclaggio o la  « smart grid »[8].

Nella nostra esperienza, fra le società dei paesi emergenti ci sono molte « gemme nascoste », il cui business a prima vista non ha molto a che fare con la transizione energetica, ma che in realtà possono offrire importanti contributi positivi. Ad esempio, la società di servizi finanziari taiwanese Chailease non è solo uno specialista del leasing, delle vendite rateali, dell'importazione e dell'esportazione e del finanziamento diretto, ma è anche uno dei maggiori proprietari di impianti solari nel paese.

WEG SA, nota società a livello internazionale, è un produttore internazionale di motori elettrici, generatori, trasformatori, riduttori e motoriduttori con sede in Brasile. Meno nota è la sua elevata esposizione alle energie rinnovabili, alla mobilità elettronica e all'automazione industriale[9].

Siemens in India registra una forte domanda di soluzioni di decarbonizzazione industriale[10] sotto forma di sistemi di recupero termico dai rifiuti, soluzioni per il trattamento della biomassa e interventi di ammodernamento e aggiornamento con soluzioni di efficienza energetica, come i trasformatori elaborati con tecniche di eco-design[11].

Yadea è il maggiore operatore nel mercato cinese di veicoli elettrici a due ruote[12], con quasi un terzo del mercato interno. La società progetta, sviluppa, produce e commercializza scooter elettrici, bici elettriche e relativi accessori. Ciò che la rende particolarmente interessante per noi è che Yadea ha sviluppato anche batterie a grafite[13], alternativa accessibile alle batterie acide e agli ioni di litio.

Chiaramente tra i principali fattori abilitanti ci sono i contributori più evidenti alla transizione energetica, come Sungrow Power Supply, un produttore cinese di inverter solari (inverter fotovoltaici) con una quota di mercato globale del 21% nel 2021[14]. L'inverter solare è un dispositivo che converte l'energia generata da un pannello solare in corrente elettrica regolare, che può essere immessa in una rete di alimentazione locale.

Concentrarsi su ciò che conta

La soglia  « net zero »  globale verrà raggiunta quando le emissioni di gas serra (GHG) causate dall'uomo verranno ridotte al minimo assoluto, mentre le restanti « emissioni residuali »  verranno eliminate dall'atmosfera dalle piante o da nuove tecnologie, appositamente progettate a tale scopo. Storicamente, le economie avanzate hanno emesso più CO2 rispetto ai mercati emergenti. Ma le economie avanzate di Europa e Stati Uniti sono state anche le prime a tagliare le emissioni. Tuttavia, un percorso globale non sarà possibile fino a quando i mercati emergenti non si sentiranno incentivati ad adottare misure altrettanto efficaci e gli investitori non svolgeranno un ruolo importante per orientare i flussi di capitale verso gli attori del cambiamento climatico. In questo modo l'umanità non dovrà saltare dalla ricchezza allo straccio con l'ultimo rintocco della campana, proprio come Cenerentola.

------

Importante

Si prega di notare che i portafogli Candriam investono nelle società menzionate nel presente articolo, al momento della redazione.

------

Rischi

Tutte le nostre strategie d'investimento comportano rischi, incluso il rischio di perdita del capitale. I principali rischi associati alla nostra strategia Sustainable Emerging Markets Equity sono i seguenti: rischio di perdita del capitale, rischio azionario, rischio di tasso d'interesse, rischio valutario, rischio di liquidità, rischio dei mercati emergenti, rischio di investimento ESG, rischio per le azioni di classe A (Cina), rischio di sostenibilità.

Rischio di sostenibilità: si riferisce a qualsiasi evento o situazione nel contesto ambientale, sociale o di governance che potrebbe influenzare la performance e/o la reputazione degli emittenti detenuti in portafoglio. Il rischio di sostenibilità può essere specificamente correlato all'emittente, a seconda delle sue attività e pratiche, ma può anche essere dovuto a fattori esterni.

I risultati passati di uno strumento finanziario o indice, o di un servizio o di una strategia d'investimento, ovvero le simulazioni di risultati passati o le previsioni di risultati futuri non costituiscono indicatori affidabili dei rendimenti futuri.

------

[1] Page 11 IFC_GreenReport_FINAL_web_1-14-21.pdf

[2] Leveraging markets for the green push | Standard Chartered (sc.com)

[3] CLSA, 2022, Global clean energy, 2023 outlook: Time for realism

[4] China: installed solar power capacity 2021 | Statista

[5] In focus: Solar energy – harnessing the power of the sun (europa.eu)

[6] https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/ip_22_6462

[7] https://www.ft.com/content/d407772c-4a76-4e59-9bb0-998b3f22383b

[8] an electricity supply network that uses digital communications technology to detect and react to local changes in usage.

[9] https://www.weg.net/institutional/FR/fr/news/corporate/consistent-growth-supported-by-demand-for-renewable-energy-and-international-expansion

[10] https://www.siemens-energy.com/global/en/offerings/decarbonization-products-solutions.html

[11] https://www.siemens-energy.com/global/en/offerings/power-transmission/portfolio/transformers.html

[12] https://www.yadea.com/

[13] https://www.prnewswire.com/news-releases/yadea-unveils-the-guanneng-3-with-breakthrough-long-battery-life-301576616.html

[14] https://renewablesnow.com/news/huawei-sungrow-control-44-of-pv-inverter-market-in-2021-791023/

  • Galina Besedina
    Galina Besedina
    Senior Emerging Markets Equity Research Analyst / Portfolio Manager
  • Paulo Salazar
    Head of Emerging Markets Equity

Ricerca rapida

Ottenere informazioni più velocemente con un solo clic

Ricevi approfondimenti direttamente nella tua casella di posta elettronica