La BCE: Da combattente della crisi a maestro della liquidità?

La Banca centrale europea (BCE) ha subito una notevole trasformazione, passando da osservatrice passiva a guardiana proattiva della stabilità finanziaria nell'eurozona. In un momento in cui la BCE normalizza la propria politica monetaria dopo un periodo di misure non convenzionali, sta emergendo una sfida chiave: la gestione dell'eccesso di liquidità. Questo articolo esplora il ruolo in evoluzione della BCE nel rispondere a questa sfida.

Il ruolo della Banca Centrale Europea (BCE) è cambiato radicalmente dalla sua nascita negli anni ’90. Sono finiti i tempi in cui si osservava semplicemente l’inflazione. Ora stanno gestendo attivamente la salute finanziaria dell’Eurozona.

Ricordate la Grande Crisi Finanziaria del 2008? Questo è il punto di svolta per la BCE, quando è intervenuta per evitare un tracollo finanziario. Da lì, la BCE ha creato vari strumenti per sostenere l’economia dell’eurozona. Ciò ha avuto un costo: liquidità in eccesso.

 

Liquidità dell’Eurozona: Un’impennata da trilioni di dollari

Questo è il problema che la BCE si trova ad affrontare ora: come ridurre l’eccesso di liquidità che si è riversato nel mercato poiché le condizioni economiche non si prestano più alle misure non convenzionali implementate negli ultimi dieci anni. Ora l’istituzione con sede a Francoforte deve trovare il giusto equilibrio:

  • Domare l'inflazione senza danneggiare la crescita economica
  • Raccogli la liquidità in eccesso senza causare instabilità finanziaria

Il programma della BCE? È ancora in fase di scrittura. La Bce sta esplorando nuovi approcci e ripensando il modo in cui le banche accedono alla liquidità.

 

Le possibili opzioni future della BCE:

  • Un sistema basato sulla domanda: le banche potrebbero richiedere liquidità su richiesta, spostando la dinamica?
  • Approccio ibrido: forse la risposta è un mix di sistemi "a corridoio" e "a pavimento".

 

Una potenziale rinascita dei fondi del mercato monetario?

Il controllo sempre più stringente della BCE sull'offerta di moneta apre le porte al rilancio dei fondi del mercato monetario come attori chiave nel sistema finanziario europeo. Questi fondi offrono un’alternativa interessante ai depositi bancari tradizionali, soprattutto alla luce di una curva dei rendimenti potenzialmente più redditizia. Gestendo professionalmente un pool di asset a breve termine e di alta qualità, i fondi del mercato monetario possono aiutare gli investitori a resistere alla volatilità del mercato e generare reddito dalle loro disponibilità liquide anche in periodi economici incerti.

;
Pierre Boyer
Head of Money Market and Short Term at Candriam
Mentre la Banca Centrale Europea rafforza la sua presa sull'offerta di moneta, è in atto un cambiamento che potrebbe far rivivere un vecchio favorito: fondi del mercato monetario.

Vuoi approfondire?

Scarica il nostro white paper “Guardiano della Galassia Euro: la BCE si prepara allo spostamento della liquidità” per la storia completa.

Notizie correlate

  • Monthly Coffee Break, Obbligazioni

    Navigare in un contesto elettorale incerto

    Il mese di giugno è stato caratterizzato da un'ascesa significativa dell'incertezza politica sia negli Stati Uniti che nell'UE. Al voto per il Parlamento europeo i partiti di destra hanno guadagnato terreno, soprattutto in Francia, dove la loro netta vittoria ha spinto il presidente Macron a indire inaspettatamente elezioni legislative. Negli Stati Uniti, in seguito alla pessima performance del presidente Biden nel corso di un dibattito, le probabilità di una vittoria di Trump alle presidenziali americane sono aumentate, innescando una certa volatilità sui mercati.
  • Research Paper, Obbligazioni, Pierre Boyer

    La BCE: Da combattente della crisi a maestro della liquidità?

    La Banca centrale europea (BCE) ha subito una notevole trasformazione, passando da osservatrice passiva a guardiana proattiva della stabilità finanziaria nell'eurozona. In un momento in cui la BCE normalizza la propria politica monetaria dopo un periodo di misure non convenzionali, sta emergendo una sfida chiave: la gestione dell'eccesso di liquidità. Questo articolo esplora il ruolo in evoluzione della BCE nel rispondere a questa sfida.
  • Obbligazioni

    Risultati divergenti nelle due sponde dell'Atlantico

    Maggio si è rivelato un mese contrastante per gli investitori obbligazionari, a seconda della sponda dell'Atlantico nella quale erano investiti. Mentre i tassi statunitensi hanno messo a segno un rally, con il decennale in calo di 18 punti base, i tassi europei sono risaliti, con il decennale tedesco in aumento di 8 punti base.
  • Q&A, Obbligazioni, Credit, Nicolas Jullien

    Una strategia alternativa con bassa correlazione con i mercati del credito

    Scopri come Candriam, con la sua strategia alternativa a bassa correlazione, si sta muovendo nei mercati del credito in questi tempi di cambiamento di paradigma. Nicolas Jullien, CFA, Responsabile High Yield & Credit Arbitrage e Thomas Joret, Senior Fund Manager, vi forniranno le informazioni essenziali necessarie per comprendere questa strategia.
  • Allocazione di attivi, Macro, Azioni, Obbligazioni, Nicolas Forest, Nadège Dufossé, Emile Gagna

    Aggiornamento sulle Tensioni in Medio Oriente

    Il 13 aprile, l’Iran ha deciso di colpire Israele con 300 droni e missili in seguito ad un attacco alla sua sede diplomatica in Siria. L’escalation regionale e il prezzo del petrolio sono a rischio. Questo rischio di coda non può essere ignorato. Stiamo monitorando da vicino l’evolversi della situazione.

Ricerca rapida

Ottenere informazioni più velocemente con un solo clic

Ricevi approfondimenti direttamente nella tua casella di posta elettronica